Donato Carrisi – La ragazza nella nebbia

VOTO 9
Donato Carrisi torna in libreria con un nuovo thriller, "La ragazza nella nebbia", pubblicato da Longanesi. Si tratta di un'altra ottima prova letteraria dell'autore de "Il suggeritore".

Siamo ad Avechot, un piccolo centro sulle Alpi. La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi (pubblicato da Longanesi) inizia con un incidente, che coinvolge l’agente speciale Vogel, l’uomo che, alcuni mesi prima, era giunto in paese per occuparsi della scomparsa di un’adolescente, Anna Lou Kastner.

Il caso di sparizione era iniziato come un probabile allontanamento volontario, per poi assumere un aspetto sempre più inquietante. Vogel è un esperto nell’attirare sulle sue indagini l’interesse dell’opinione pubblica e, soprattutto, quello della stampa. Non è la prima volta che si serve dei mezzi di comunicazione per i suoi scopi: era successo anche anni prima, quando un particolarissimo caso aveva rischiato di compromettere per sempre la sua credibilità professionale.

Anna Lou, comunque, non si trova. Né lei viva, né il suo cadavere. Dov’è finita? E perché, dopo tanto tempo dalla sua scomparsa, Vogel è tornato a Avechot? Donato Carrisi risponde a queste domande con una trama che è adrenalina allo stato puro. Il mezzo mediatico è il grande protagonista del romanzo: in che modo la televisione può influire sulla percezione di un episodio inquietante o efferato? Ce lo chiediamo spesso, come spettatori, di fronte ai numerosi programmi che si occupano di tali argomenti. Qual è il confine che separa la pura informazione dei media dalla curiosità, alle volte morbosa, che scaturisce da un caso di cronaca nera?

Donato Carrisi

Le informazioni rese pubbliche non sempre sono oggettive, non manca mai lo spazio per qualche piccola distorsione. L’intenzione di Vogel era quella di servirsi dei media per aumentare l’attenzione intorno alla sparizione della giovane Anna Lou, così da ottenere i fondi necessari per le indagini. La situazione, però, sembra sfuggirgli di mano, anche perché si ritrova a fare i conti con una giornalista che lo conosce fin troppo bene e fin troppo bene conosce il suo passato. Succede, poi, che i riflettori si accedano su Loris Martini, un tranquillo professore appena giunto ad Avechot con la famiglia. Cosa c’entra Martini con Anna Lou? Ma, soprattutto, c’entra qualcosa? Perché pare che, per Vogel, Martini sia il perfetto colpevole. Ma davvero il professore è coinvolto?

La ragazza nella nebbia è un romanzo ben strutturato, avvincente, con un inaspettato colpo di scena finale. Anche quando il caso sembra essere risolto, anche quando il colpevole è stato individuato, all’improvviso la storia prende una piega inaspettata e ci conduce indietro nel tempo, a un altro caso, a un altro colpevole. A questo punto non aggiungiamo altro: non vi resta che la lettura di questo romanzo, che segna il ritorno in libreria dell’indiscutibile talento letterario di Donato Carrisi.

Abbiamo tutti bisogno di un mostro, dottore. Abbiamo tutti bisogno di sentirci migliori di qualcuno.
Elena Spadiliero
L'autore

Classe 1985. A sei anni è iniziata la mia storia d'amore con i libri: da allora non li ho più lasciati. Appassionata di cinema, montagna e Dylan Dog. Divoratrice di sushi e smørrebrød. Credo nella bellezza che «salverà il mondo» e nelle parole, ma quelle giuste, perché «chi parla male, pensa male e vive male».