Paolo Sorrentino – Il peso di Dio. Il vangelo di Lenny Belardo

VOTO 7.5
'Il peso di Dio' raccoglie le preghiere e le considerazioni di Lenny Belardo, il mitico 'the young pope' di Paolo Sorrentino.
typ104_102615_gf0078
Jude Law in ‘The young pope’. Foto di Gianni Fiorito.

Chi è Dio? Cosa significa ‘dargli peso’? Sono queste le domande che hanno accompagnato Paolo Sorrentino nel suo lungo viaggio in The young pope, la serie tv con protagonista Jude Law già diventata cult, in Italia e all’estero. Il peso di Dio (pubblicato da Einaudi) tenta di dare una risposta a questioni tanto complesse e profonde grazie alla mitica figura di Lenny Belardo, ovvero Pio XIII, il giovane papa protagonista della storia di Sorrentino.

Lenny Belardo è un bell’uomo, curato nell’aspetto e fisicamente in forma grazie a un’alimentazione equilibrata. È stato eletto papa contro ogni previsione, ‘vincendo’ la sfida con avversari ben più quotati di lui. Il libro di Sorrentino racconta una parte del pontificato di Belardo, i dialoghi e i confronti con i suoi più stretti collaboratori e con il segretario di Stato, e le riflessioni di una mente intelligente e brillante sul ruolo della Chiesa e di Dio nella vita di ciascuno.

Il risultato è un testo breve, che riassume lo spirito della serie tv (dieci puntate di circa un’ora ciascuna) e il carattere di Pio XIII, un uomo gentile, mite, che il clero pensava di poter manipolare ma che, con il tempo, ha dimostrato un volto autonomo, poco incline alle imposizioni e al controllo. Lenny è un uomo che politicamente conta poco o niente, con alle spalle un’infanzia vissuta in orfanotrofio: «Signore lui no, io sì», prega durante la votazione, quella che lo porterà in Vaticano, nelle vesti di Pio XIII. Dio esaudisce la richiesta, una preghiera che assume sempre più l’aspetto di un vero e proprio miracolo, anche se in realtà la Chiesa ha davvero bisogno di un papa come Lenny, un uomo all’apparenza ordinario, che nasconde in sé una straordinaria e rivoluzionaria visione del mondo e della religione.

Il peso di Dio è una lettura consigliata per chi ha amato la serie tv e anche per chi si chiede o si è chiesto ‘Chi è Dio?’: forse nemmeno in queste pagine troverete una risposta (il quesito non è per niente facile), ma amerete senz’altro quella che vi fornirà il machiavellico Lenny Belardo.

Signore [...] non m'importa delle tue opinioni, non m'importa se sono inadeguato [...] se mi consideri debole o vigliacco, non m'importa di amare il prossimo come me stesso, io non amerò mai il prossimo come me stesso, m'importa solo di una cosa, Signore, io posso esserti utile, gli altri no.
Elena Spadiliero
L'autore

Classe 1985. A sei anni è iniziata la mia storia d'amore con i libri: da allora non li ho più lasciati. Appassionata di cinema, montagna e Dylan Dog. Divoratrice di sushi e smørrebrød. Credo nella bellezza che «salverà il mondo» e nelle parole, ma quelle giuste, perché «chi parla male, pensa male e vive male».