‘Miraggio 1938’: Iperborea pubblica il romanzo di Kjell Westö

Disponibile nelle librerie 'Miraggio 1938' di Kjell Westö, pubblicato da Iperborea.

«Un giallo letterario sofisticato e pluripremiato che parla di amicizia, redenzione e vendetta, ambientato a Helsinki negli anni ’30, mentre l’Europa è sull’orlo della guerra»: così può essere a grandi linee riassunta la trama di Miraggio 1938 di Kjell Westö, pubblicato da Iperborea.

Come suggerisce il titolo, siamo nel ’38, con l’Europa prossima alla Seconda guerra mondiale. Claes Thune è un avvocato abbandonato dalla moglie, con alle spalle una carriera diplomatica fallita e un bagaglio di ideali traditi. Il suo universo, popolato da uomini, lascia spazio a una sola donna, la segretaria Matilda Wiik, tormentata dai ricordi legati alla guerra civile finlandese del ’18.

Di seguito, la copertina del volume, tradotto in italiano da Laura Cangemi. Una piccola curiosità: nel suo romanzo, tramite un personaggio fittizio, Westö richiama un episodio realmente avvenuto durante i Campionati finlandesi assoluti di atletica leggera, quando l’atleta finlandese di origini ebraiche Abraham Tokazier vinse nella gara dei  100 metri piani. Tuttavia, gli fu assegnato il quarto posto, a causa del diffuso antisemitismo e per la presenza di delegati nazisti alla competizione. Solo nel 2013 è stata resa giustizia a Tokazier.

Redazione
L'autore

La Bottega di Hamlin è un web magazine di musica, cinema e libri, con notizie sempre aggiornate dall’Italia e dall’estero, recensioni e approfondimenti.