I ‘colpi roventi’ di Leo Longanesi, Curzio Malaparte, Indro Montanelli e Giovannino Guareschi

'Colpi roventi' (Bompiani) parla dei quattro film diretti da Leo Longanesi, Curzio Malaparte, Indro Montanelli e Giovannino Guareschi.

Quattro colpi, unici, secchi, roventi. E quattro film diretti da Leo Longanesi, Curzio Malaparte, Indro Montanelli e Giovannino Guareschi. Di questo parla Colpi roventi, firmato da Giancarlo Mancini e pubblicato da Bompiani.

«Il 1943 e la caduta del fascismo raccontati dalle immagini di Longanesi; l’immediato dopoguerra e gli orrori della guerra civile nella rappresentazione di Malaparte; la grande crisi della sinistra italiana alle prese con i fatti di Ungheria del 1956 visti attraverso lo sguardo di Montanelli. E, infine, l’Italia del boom economico di cui Guareschi nel 1963 fa un ritratto per nulla condiscendente». Completa il volume un ricco apparato fotografico.

Il film di Longanesi s’intitolava Dieci minuti di vita, poi ripreso e completato da Nino Giannini e diretto da Francesco De Robertis col titolo Vivere ancora: Longanesi era riuscito a girare solo mezz’ora di pellicola, prima dell’occupazione tedesca di Roma nel ’43. Malaparte, invece, ha realizzato nel ’51 Il Cristo proibito, mentre Montanelli I sogni muoiono all’alba. Guareschi, invece, firmò con Pasolini La rabbia nel ’63.

Vivere ancora è incentrato su un anarchico che, durante la guerra, piazza una bomba sotto un palazzo e poi avvisa gli inquilini che hanno ancora a disposizione solo dieci minuti di vita. Il protagonista del film di Malaparte, invece, è un reduce dalla Russia, che torna a piedi a Montepulciano: una volta a casa scopre che il fratello è stato ucciso dai tedeschi, dopo il tradimento di un compaesano. L’uomo cerca così vendetta. Nel film di Montanelli cinque giornalisti italiani vivono le ultime ore della Rivoluzione ungherese, mentre La rabbia mette insieme due dei più grandi intellettuali del tempo (Pasolini e Guareschi appunto).

Di seguito, la copertina di Colpi roventi:

Redazione
L'autore

La Bottega di Hamlin è un web magazine di musica, cinema e libri, con notizie sempre aggiornate dall’Italia e dall’estero, recensioni e approfondimenti.