Alla riscoperta di Leonardo Sciascia

Adelphi sta riproponendo le opere di Leonardo Sciascia: una serie di volumi per riscoprire il grande autore siciliano. A marzo di quest'anno è toccato ad 'A futura memoria'.

Tra le novità del catalogo di Adelphi troverete anche il nome di Leonardo Sciascia. La casa editrice milanese, infatti, sta riproponendo le opere dello scrittore siciliano (a cura di Paolo Squillacioti): sono previsti tre corposi volumi (due li trovate già), insieme ad altri testi, tra cui Fine del carabiniere a cavallo e A futura memoria.

I volumi intitolati Opere sono organizzati per tipologie testuali: narrativa, testi teatrali, poesie e traduzioni poetiche (vol. I, uscito nel 2012); racconti-inchiesta, ‘inquisizioni’, cronachette e memorie (vol. II, tomo I, uscito nel 2014); saggi letterari, storici, d’arte e civili (vol. II, tomo II). Il tutto accompagnato da note ai testi, una bibliografia degli scritti di Sciascia e un indice dei nomi.

Fine del carabiniere a cavallo è uscito alla fine del 2016 (qui la scheda completa). A futura memoria, invece, è stato riproposto a marzo di quest’anno: pubblicato da Bompiani nell’89, il testo è una raccolta degli articoli apparsi tra il ’79 e l’88 su «Il Globo», «L’Espresso» e  su «Il Corriere della Sera». Sciascia parla dell’omicidio Calvi, di quello di Dalla Chiesa, racconta il maxiprocesso di Palermo e il caso Tortora. Al tempo, non mancarono nemmeno le polemiche sul pezzo relativo ai “professionisti dell’antimafia”. Di seguito, la copertina dell’opera:

Elena Spadiliero
L'autore

Classe 1985. A sei anni è iniziata la mia storia d'amore con i libri: da allora non li ho più lasciati. Appassionata di cinema, montagna e Dylan Dog. Divoratrice di sushi e smørrebrød. Credo nella bellezza che «salverà il mondo» e nelle parole, ma quelle giuste, perché «chi parla male, pensa male e vive male».